Il Suo amore ti cambia per sempre
Leggi le storie

Vite trasformate

Samuele e Giada Piacentini

Io e Samuele ci siamo sposati nel 2015 e dopo circa un anno abbiamo deciso di allargare la nostra famiglia, ma dopo vari tentativi ci siamo resi conto che il pargoletto non arrivava. Avevo, invece,  un ciclo strano. Durante un’ecografia il dottore si accorse della presenza di un polipo molto grande che chiudeva il canale e che non avrebbe mai permesso agli spermatozoi di raggiungere gli ovuli per fecondarli. Mi consigliò, quindi, di andare da una brava ginecologa perché questo polipo non mi avrebbe permesso di rimanere incinta.

Quattro giorni dopo, in seguito a varie preghiere accompagnate anche da un digiuno per allontanare qualsiasi avversità, presi appuntamento con la ginecologa, che vide  dall’ecografia che non c’era nessun polipo. La dottoressa, guardando il precedente esame ecografico, si stupì di non trovare niente, in quanto era impossibile che fosse andato via da solo, senza nessuna cura o intervento e a distanza di così pochi giorni.

Così abbiamo ricominciato a provare ad avere un bambino, ma ancora non arrivava. Facemmo, quindi,  delle analisi e mi trovarono la prolattina molto alta, per cui il mio corpo era come se si convincesse di essere già in gravidanza, non produceva ovuli e non potevo rimanere incinta. La prolattina aveva anche provocato la formazione di un piccolo tumore, il prolattinoma, che impediva che io fossi fecondata e poteva anche danneggiare il nervo ottico.
Anche Samuele fece delle visite e risultò che, a seguito di una cura che seguiva, non aveva gli spermatozoi necessari per una gravidanza.

I primi di giugno ci dissero che avremmo dovuto seguire una terapia, ma che comunque prima di un anno non ci sarebbe stato alcun risultato e che, anzi, se fosse arrivata nel giro di un anno una gravidanza, già quello sarebbe stato un miracolo.

Io e Samuele abbiamo però continuato a pregare e a digiunare, nonché a provare ad avere un bambino. A metà settembre, contro ogni previsione, sono rimasta incinta di una meravigliosa bambina, Carlotta, che adesso è qui con noi a testimoniare la grandezza del nostro Dio!

Le nostre storie

Angelo Scuto

Per i medici sarebbe stato già un miracolo se fossi riuscito a superare la notte. Mia mamma disse che, nel nome di Gesù, non sarebbe mai accaduto.

LEGGI LA STORIA

Giuseppe e Rosaria

Ci sentivamo in colpa per ciò che abbiamo fatto nella nostra vita, ma Dio non ci ha mai accusato, anzi ci ha da subito fatti sentire amati! 

LEGGI LA STORIA

Silvio Cortese

Prima indossavo una maschera ma Dio mi ha dato una nuova identità e ora vivo con la sicurezza che accanto a me c’è Gesù, che mi protegge e mi guida.

LEGGI LA STORIA

Samuele e Giada Piacentini

Il dottore si accorse di un polipo molto grande che non mi avrebbe mai permesso di rimanere incinta. Ma contro ogni previsione, sono rimasta incinta di Carlotta. Dio è grande!

LEGGI LA STORIA

Patrizia Zammataro

Capii che nessun santo, rosario o il purgatorio potevano darmi certezze e identità. Solo grazie a Gesù sono Figlia di Dio!

LEGGI LA STORIA

Piero Spanò

Ho conosciuto l'amore di Gesù Cristo e ho deciso di seguirLo. Da quel momento la mia vita è cambiata.

LEGGI LA STORIA

Giuseppe Giardino

Chiesi a Dio una prova della Sua esistenza e gli promisi che lo avrei seguito se fosse riuscito a farmi uscire dalla malavita.

LEGGI LA STORIA

Andrea Caudullo

Prendevo ansiolitici, antidepressivi e cercavo di alleviare il dolore. Dopo aver conosciuto Gesù, non ho più bisogno di nulla!

LEGGI LA STORIA

Enza Amatori

Avevo una bella famiglia e il lavoro non mancava, ma nonostante ciò sentivo sempre di essere smarrita

LEGGI LA STORIA

Ignazio e Sonia

Ero arrabbiato con Dio e la mia amarezza stava distruggendo la nostra famiglia, ma la verità è che Lui è l'unico che risana e libera da ogni afflizione.

LEGGI LA STORIA

Linda e Salvo

Io e mio marito siamo stati separati in casa per circa 4 anni, ma oggi ci amiamo più di prima!

LEGGI LA STORIA

Ricardo e Ariadny

Sperimentavamo la fedeltà di Dio, perchè nulla ci mancava: il Signore provvedeva sempre a noi.

LEGGI LA STORIA

Silvia Pennisi

Nella mia disperazione ho gridato a Dio, e Lui mi ha totalmente liberato dalla depressione. Ora mi sento viva.

LEGGI LA STORIA

Bryan Vasquez

Prima ero cieco, ma oggi ci vedo, perchè appartengo a Gesù e voglio conoscerLo sempre di più! 

LEGGI LA STORIA

Sandra Aiello

Dio mi ha benedetto tornandomi 1000 volte più di ciò che avevo restituito a Lui

LEGGI LA STORIA

Email:info@missioneparadiso.it - Tel: +39 339 758 7177

© 2012 - 2019 Missione Paradiso

Questo sito fa utilizzo di cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.