Notizie dal Fronte

Resistere per non diventare orrore: intervista a Diego Fusaro

Enzo Incontro: Con grande velocità si stanno affermando alcuni principi fondati sulla paura e su un’imposizione censoria apparentemente necessaria, con il fondamentale aiuto dei mezzi di comunicazione di massa, che ne pensi?

Diego Fusaro: Livelli di idiozia irraggiungibili. È ormai chiaro che c’è un obiettivo di distruzione di ogni resistenza rispetto al nuovo mondo orwelliano che sta prendendo forma, quindi cultura e spiritualità sono ostacolo e si cerca di svuotare ogni individuo negandogli il beneficio del dubbio, rendendolo marionetta gestita in maniera cadaverica. Molti non sono pronti a capire che sta succedendo, trovano tutto normale e, come nella caverna di Platone, si ribellano contro chi manifesta senso del dubbio rispetto a quanto sta accadendo. Il dubbio è l’inizio della sapienza. È solo dal dubbio che può sorgere la sapienza, venendo superato, ma essendo comunque punto di partenza. La democrazia si distingue dal regime perché anche chi sbaglia ha diritto di esprimere la propria opinione per venire poi magari pubblicamente e sempre liberamente contraddetto. Oggi chi non risponde alla scienza pura della verità assoluta viene silenziato da piattaforme private.

Enzo Incontro: In un video in cui eri presente anche tu, il noto psichiatra, saggista, professore Alessandro Meluzzi afferma di voler dire per l’ultima volta la verità in modo così schietto, promettendosi in futuro di parlare in codice, per evitare persecuzioni da parte della giustizia e per salvare la propria professione. Sei dello stesso avviso?

Diego Fusaro: In quanto seguace di Socrate, Giordano Bruno e Cristo preferisco mantenermi legato alla verità costi quel che costi, rischiando di perdere tutto tranne me stesso.

Enzo Incontro: Sul colpo di stato militare a Capital Hill, si può immaginare che personaggi del genere siano dei golpisti?

Diego Fusaro: Sembrano fenomeni da baraccone per come si presentano e come sono bislaccamente agghindati. Guardando quelle scene si può facilmente immaginare il potere che si sfrega le mani felice perché tramite questi personaggi adesso si può demonizzare il dissenso in quanto tale, in modo che chiunque d’ora in avanti dissentirà rispetto a Biden verrà accostato a questa massa di fenomeni da baraccone. Fanno un grande favore al potere queste manifestazioni così gestite, e così visivamente connotate, perché screditano il dissenso. Infatti il grande sconfitto risulta Trump, trovato censurato dai social e scaricato dagli alleati italici, ad esempio.

Enzo Incontro: Come è possibile assaltare un luogo del genere con tanta facilità? Non sembra l’epilogo di una storia già scritta?

Diego Fusaro: La polizia non ha fatto nulla per evitare l’assalto a Capital Hill ed è intervenuta solo secondariamente in quel modo funesto, per cui ci sono stati dei morti. L’opposizione a Biden nei prossimi mesi sarà delegittimata perché verrà subito richiamata la vicenda dell’assalto e delle aggressioni. Gli Usa escono da questa vicenda con le ossa rotte, mostrando una crisi profonda non solo a livello politico, ma anche di civiltà; una società che spara ai dimostranti, che lascia ombre di brogli alle elezioni, che mostra al mondo questi fenomeni da baraccone, non può più definirsi il faro della democrazia mondiale.

Enzo Incontro: Pochi giorni fa si è parlato anche dell’applicazione “Parler”, l’antagonista libera di Twitter, che è stata improvvisamente rimossa dagli stores. Una delle maggiori responsabili di Parler, Amy Paykoff, intervistata da Fox News ha denunciato le grosse lobby come Apple e Google affermando che l’applicazione è stata rimossa, come noi stessi abbiamo verificato, dopo che Trump aveva invitato i propri fan a migrare su quella piattaforma per poter comunicare liberamente. “Repressione politica non giustificabile” ha denunciato la direttrice politica di Parler, Amy Paykoff.

Diego Fusaro: Siamo passati dalla censura dei singoli post alla soppressione delle applicazioni, di quelle non gradite all’ordine dominante. L’obiettivo evidente è rendere un “Donald Trump 2” impossibile. E quello che è emblematico è che queste aziende private multinazionali, come quella di Zuckerberg, sono al di sopra degli stati nazionali. La domanda da porre sarebbe: quando noi navighiamo su queste piattaforme in che territorio siamo? In Italia, negli Usa o in una terra digitale che non appartiene a nessuno? Un qualsiasi negozio privato può considerarsi libero e indipendente, ma deve sottostare alle leggi del proprio paese e non può cacciare dal proprio negozio una persona perché ha idee che non condivide o il colore della pelle diverso. Facebook e Twitter a quali regole rispondono? Sembra di essere in un feudalesimo dell’e-commerce e delle piattaforme in cui qualsiasi cosa piace al proprietario assume forma di legge.

Enzo Incontro: Un’ultima domanda Diego, sicuramente avrai visto il manifesto del prossimo World Economic Forum che si terrà ad aprile 2021: sul sito ufficiale c’è il video di presentazione che elenca una serie di predizioni sociopolitico-economiche per il 2030 in cui ad esempio la prima recita: “Non possiederai nulla. E ne sarai felice”. Cosa ne pensi?

Diego Fusaro: È un manifesto distopico e dispotico insieme, agghiacciante e aberrante che anche solo qualcuno possa concepire queste mostruosità dovrebbe essere condannato come criminale contro il genere umano; anche chi solo concepisce la produzione di questo sistema e si batte per realizzarlo, soprattutto la distruzione dei valori occidentali. Queste tesi comunque ci pongono davanti ad una verità: il conflitto oggi è fra una umanità che è già franata ed una che non è franata e lotta per non franare. Noi vogliamo fare parte di questa seconda, non franata e che non vuole franare e che si batterà fino alla morte per non diventare ciò che lor signori vogliono che noi diventiamo.  E se sarà una lotta dura combatteremo duramente fino alla fine con tutte le nostre forze per non diventare l’orrore che vogliono che diventiamo.

Fonti

 

Articolo scritto il 16/01/2021 da Cunsolo Davide

NDF: Conoscere è meglio che ignorare...

Notizie dal Fronte è una redazione giornalistica il cui scopo è informare, senza alcun filtro, su ciò che realmente accade al di fuori dei confini sicuri delle nostre case. Notizie dal Fronte, quindi, vuole essere una finestra che si affaccia nei luoghi più oscuri del mondo, lì dove la guerra e il terrorismo seminano vittime innocenti fra i cristiani, dove antiche sette meditano piani diabolici per imporre il loro predominio, dove vengono progettati vaccini e armi di distruzione di massa allo scopo di ridurre la popolazione mondiale, dove vengono inventate complicate teorie per giustificare la nascita della Terra e dell’uomo e dove si usano la musica e i principali mezzi di comunicazione per inserire messaggi subliminali al fine di far apparire “normale” questa realtà che, ormai, di “normale” conserva ben poco…

Tutti gli articoli di Notizie dal Fronte

La Bibbia: uno strumento efficace per combattere il disturbo post-traumatico da stress

Articolo scritto il 15/06/2021

Secondo uno studio condotto negli Stati Uniti, la lettura della Bibbia aiuterebbe a ridurre il disturbo post-traumatico da stress nei carcerati!

LEGGI L'ARTICOLO

Monsignor Viganò e la nuova dittatura: dichiarazioni da censura per YouTube

Articolo scritto il 07/06/2021

Le affermazioni decise e nette di monsignor Viganò, arcivescovo cattolico ed “ambasciatore” del Papa negli Stati Uniti, non sono adeguate per YouTube. Ancora una volta la libertà di espressione viene bandita, considerata pericolosa e inadeguata. C’è da chiedersi, dunque, dove finisce la prudenza e dove inizia, invece, la dittatura? 

LEGGI L'ARTICOLO

The Day After Tomorrow

Articolo scritto il 21/05/2021

Raccontiamo una storia stupefacente e al tempo stesso inquietante che ha per protagonista il dr. Richard Day, un pediatra americano ai più sconosciuto, che in un incontro segreto avrebbe predetto con una precisione sconcertante alcuni fatti e indirizzi che vediamo compiersi oggi sotto i nostri occhi.

LEGGI L'ARTICOLO

GRAN MAESTRO DELLA MASSONERIA: "CHI GOVERNERÀ QUESTO MONDO?"

Articolo scritto il 04/05/2021

"Chi governerà questo mondo?" è la domanda, purtroppo non troppo frequente, che si pongono tutti coloro che, con "occhio attento", stanno guardando all'evoluzione di una società ormai totalmente globalizzata, non soffermandosi esclusivamente sugli avvenimenti di "oggi" bensì ponendo maggiore interesse su quali saranno le conseguenze, non proprio incoraggianti, degli avvenimenti stessi.

LEGGI L'ARTICOLO

MAOMETTO, DALL’INFERNO AL “PARADISO”

Articolo scritto il 16/04/2021

Dante Alighieri, uno degli scrittori più amati e studiati non solo nel nostro Paese, è ritenuto il padre della lingua italiana. Tuttavia, al poeta fiorentino ultimamente sono state rivolte non poche critiche. Centro dell'attenzione delle ultime settimane è stata la sua più grande opera, la Divina Commedia, la quale, dopo secoli, viene per la prima volta sottoposta a delle modifiche. Maometto, uno dei dannati presenti nella I Cantica, viene infatti rimosso dall'Inferno dantesco per rispettare gli islamici e non andare contro le minoranze religiose.

LEGGI L'ARTICOLO

Due piedi nella fossa

Articolo scritto il 14/04/2021

Il rapper americano Lil Nas X ha donato la sua immagine per promuovere e vendere scarpe Nike modificate in una versione da satanista al passo coi tempi… 

LEGGI L'ARTICOLO

Affittasi corpi per rivoluzioni comodiste

Articolo scritto il 19/03/2021

Quando la sofferenza nel corpo e nella mente non basta, ci pensa il Festival di Sanremo a calpestare anche le anime e le emozioni degli italiani, mascherando prevaricazioni e persecuzioni in necessario progresso.

LEGGI L'ARTICOLO

Gender: censurati nomi di giocattoli che violano il politically correct

Articolo scritto il 12/03/2021

Da decenni, il mondo dei cartoni animati accompagna milioni di bambini durante la loro infanzia. Senza alcun condizionamento, pregiudizio, deviazione, forzatura, è sempre stato meraviglioso vedere come alcuni cartoni siano sempre riusciti a far sognare tantissimi bambini, permettendogli di immedesimarsi nelle avventure dei protagonisti dei loro cartoni preferiti e dare libero sfogo alla propria immaginazione. Anche il mondo fantastico dei cartoni animati, però, sta incontrando i primi ostacoli, posti dal politically correct, in tema "gender".

LEGGI L'ARTICOLO

Astana (Kazakistan): la capitale esoterica del 21° secolo

Articolo scritto il 09/03/2021

Astana, capitale del Kazakistan, rinominata come “Nur-Sultan”, presenta al suo interno numerosi edifici, la cui architettura e geometria ricorda il simbolismo esoterico-satanico

LEGGI L'ARTICOLO

Cina, la potenza mondiale che si erge come nuovo modello. Cosa comporta per il resto del mondo?

Articolo scritto il 05/03/2021

Tra gli obiettivi del Nuovo Ordine Mondiale c’è quello di creare un'unica mentalità e quella cinese sembra essere perfetta.

LEGGI L'ARTICOLO

“Jesus loves me”? Messaggio da censurare, bambina punita negli USA

Articolo scritto il 23/02/2021

Uno dei temi di questa settimana è un argomento molto delicato, già trattato nelle precedenti puntate di Missione Paradiso Live, che ha visto e continua a vedere protagonisti, e vittime, persone ordinarie, esponenti di associazioni religiose, ospiti di programmi TV ed esponenti politici, tra i quali capi di Stato: la censura.

LEGGI L'ARTICOLO

Dalla moda alla formazione d’identità: Céline Dion e la sua linea di abbigliamento genderless

Articolo scritto il 11/02/2021

Nel 2018 la famosa cantante Céline Dion si è fatta promotrice di una nuova moda per bambini, entrando in collaborazione con il brand NUNUNU. La sua missione è quella di non condizionare i bambini sin dalla nascita con i classici completini rosa per le femminucce e azzurro per i maschietti, ma di lasciare che loro scelgano cosa vogliono essere, definendo questo un atto d’amore. Ma lo è davvero? È la cosa migliore che possiamo fare per i nostri figli?

LEGGI L'ARTICOLO

Email:info@missioneparadiso.it - Tel: +39 095 883 2064

© 2012 - 2021 Missione Paradiso

Questo sito fa utilizzo di cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.