Notizie dal Fronte

“Jesus loves me”? Messaggio da censurare, bambina punita negli USA

Tra le tante, la più eclatante ed ampiamente discussa censura, sotto un punto di vista morale e civile, è quella che ha visto vittima l'ormai ex presidente degli Stati Uniti d'America, Donald Trump.
Vari sono stati i "canali" dai quali Trump è stato bannato e censurato ma, tra i maggiori, si possono certamente riconoscere i social network Facebook, Twitter e alcune trasmissioni in cui il presidente uscente parlava di presunti brogli elettorali. YouTube, poi, si è aggiunto alla lista dei censori quando ha rimosso il video pubblicato da Trump, in cui quest'ultimo invitava i manifestanti di Capitol Hill a porre fine all'assedio e tornarsene a casa "in pace".

"Censura" è ormai diventato sinonimo di "punizione", e vede vittime tutti coloro che hanno idee, principi, valori e pensieri differenti da un pensiero unico che tende sempre più a creare individui privi di ogni idea, di ogni valore o principio: soggetti, insomma, facili da persuadere e "indirizzare".

Nell'episodio citato durante la puntata di Missione Paradiso Live di lunedì 15 febbraio, stavolta il censore, o punitore, non è uno Stato, una multinazionale, un gruppo politico, una trasmissione TV, Facebook o YouTube bensì dei semplici funzionari scolastici e, come è possibile immaginare, il soggetto censurato, o punito, non è un Capo di Stato ma una bambina.

Perché mai una bambina dovrebbe essere punita? La logica porta a pensare a un episodio di bullismo verbale o fisico, di vandalismo o ribellione ai danni di dirigenti e istituti scolastici. Così non è, e per questo motivo il fatto sembra non avere alcuna logica, se non insensata e ingiusta: Booth, la bambina in questione, infatti, è stata punita per la scritta riportata sulla mascherina che indossava. Quale messaggio avrà mai potuto contenere e trasmettere la scritta della mascherina in questione, costringendo i professori alla censura? La stessa logica porta a pensare a un possibile incitamento all'odio, alla violenza, alla morte, al razzismo, al disprezzo per la diversità socio-culturale, etc. 

Ancora una volta, non è così. 
"JESUS LOVES ME" (Gesù mi ama) è il messaggio della mascherina. Lydia Booth è una bambina cristiana, figlia di genitori cristiani, che ha voluto allegramente e innocentemente condividere la sua consapevolezza dell'amore di Dio nei suoi confronti. Trattasi di un messaggio d'amore e, in quanto tale, dovrebbe essere apertamente promosso da tutti coloro che sostengono l'idea di "amore universale".
A giudicare dalla forma riflessiva del verbo, inoltre, il messaggio è palesemente rivolto a nessuno se non che alla bambina stessa la quale, di conseguenza, non è nemmeno accusabile d'incitamento di natura politica o religiosa.

I dirigenti scolastici hanno giustificato il loro provvedimento dicendo che la politica del distretto scolastico vietava di indossare protezioni che includono messaggi politici o religiosi. Una risposta che potrebbe apparire sensata se non fosse per il fatto che nessuno di coloro che indossava mascherine riportanti "messaggi arcobaleno" o favorevoli alle rivolte sia stato richiamato, punito o censurato.

Cosa e chi può essere, oggi, definito "degno" di censura? Come è possibile che messaggi diseducativi e pericolosi, di rivolta, di morte, riportanti teschi e parole poco decorose, per non parlare di piaghe sociali come siti pornografici e quant'altro possano non essere ritenuti gravi e censurabili, solo perché "politicamente non offensivi" nei confronti di qualcuno? Secondo la stessa logica, perché mai una mascherina riportante la scritta "Gesù mi ama", indossata da una bambina senza alcun secondo fine, dovrebbe essere ritenuta oltraggiosa e offensiva, perseguibile e censurabile?
Cosa è giusto e cosa è buono? Ciò che produce del bene oppure ciò che ci viene presentato come "politicamente corretto e quindi non censurabile"?
Ma, soprattutto, in virtù di un'uguaglianza tanto desiderata e rivendicata, come mai coloro che predicano l'amore "universale", senza differenze di sesso, colore e religione, continuano ad opporsi all'amore di Dio che i cristiani, come questa bambina e tanti altri tragicamente perseguitati nel mondo, vorrebbero professare e condividere liberamente, lasciando altrettanta libertà di accoglierlo o rifiutarlo?
Dov'è finita questa libertà se si viene censurati anche solo per aver indossato un indumento o un accessorio che riporta il nome di "Gesù"? 
Come può un sostenitore di quella vasta ideologia definita molto genericamente "amore universale" negare la libertà altrui solo perché avente come fondamento la fede in Dio?

Ancora una volta a Missione Paradiso Live, Enzo Incontro, in collaborazione con Notizie dal Fronte, desidera ricordare che una delle prerogative fondamentali del vero amore è la libertà. In un mondo dove il bene continua a essere censurato, a beneficio di un "male" invece ampiamente assecondato e pubblicizzato, Missione Paradiso ricorda che l'amore di Dio, assolutamente inclusivo e per niente esclusivo, non censura ed è l'unico, da sempre, a lasciare le persone libere di instaurare o meno una relazione, non discutibile in quanto personale, con Dio.

Fonti

 

Articolo scritto il 23/02/2021 da Di Martino Carlo

NDF: Conoscere è meglio che ignorare...

Notizie dal Fronte è una redazione giornalistica il cui scopo è informare, senza alcun filtro, su ciò che realmente accade al di fuori dei confini sicuri delle nostre case. Notizie dal Fronte, quindi, vuole essere una finestra che si affaccia nei luoghi più oscuri del mondo, lì dove la guerra e il terrorismo seminano vittime innocenti fra i cristiani, dove antiche sette meditano piani diabolici per imporre il loro predominio, dove vengono progettati vaccini e armi di distruzione di massa allo scopo di ridurre la popolazione mondiale, dove vengono inventate complicate teorie per giustificare la nascita della Terra e dell’uomo e dove si usano la musica e i principali mezzi di comunicazione per inserire messaggi subliminali al fine di far apparire “normale” questa realtà che, ormai, di “normale” conserva ben poco…

Tutti gli articoli di Notizie dal Fronte

La Bibbia: uno strumento efficace per combattere il disturbo post-traumatico da stress

Articolo scritto il 15/06/2021

Secondo uno studio condotto negli Stati Uniti, la lettura della Bibbia aiuterebbe a ridurre il disturbo post-traumatico da stress nei carcerati!

LEGGI L'ARTICOLO

Monsignor Viganò e la nuova dittatura: dichiarazioni da censura per YouTube

Articolo scritto il 07/06/2021

Le affermazioni decise e nette di monsignor Viganò, arcivescovo cattolico ed “ambasciatore” del Papa negli Stati Uniti, non sono adeguate per YouTube. Ancora una volta la libertà di espressione viene bandita, considerata pericolosa e inadeguata. C’è da chiedersi, dunque, dove finisce la prudenza e dove inizia, invece, la dittatura? 

LEGGI L'ARTICOLO

The Day After Tomorrow

Articolo scritto il 21/05/2021

Raccontiamo una storia stupefacente e al tempo stesso inquietante che ha per protagonista il dr. Richard Day, un pediatra americano ai più sconosciuto, che in un incontro segreto avrebbe predetto con una precisione sconcertante alcuni fatti e indirizzi che vediamo compiersi oggi sotto i nostri occhi.

LEGGI L'ARTICOLO

GRAN MAESTRO DELLA MASSONERIA: "CHI GOVERNERÀ QUESTO MONDO?"

Articolo scritto il 04/05/2021

"Chi governerà questo mondo?" è la domanda, purtroppo non troppo frequente, che si pongono tutti coloro che, con "occhio attento", stanno guardando all'evoluzione di una società ormai totalmente globalizzata, non soffermandosi esclusivamente sugli avvenimenti di "oggi" bensì ponendo maggiore interesse su quali saranno le conseguenze, non proprio incoraggianti, degli avvenimenti stessi.

LEGGI L'ARTICOLO

MAOMETTO, DALL’INFERNO AL “PARADISO”

Articolo scritto il 16/04/2021

Dante Alighieri, uno degli scrittori più amati e studiati non solo nel nostro Paese, è ritenuto il padre della lingua italiana. Tuttavia, al poeta fiorentino ultimamente sono state rivolte non poche critiche. Centro dell'attenzione delle ultime settimane è stata la sua più grande opera, la Divina Commedia, la quale, dopo secoli, viene per la prima volta sottoposta a delle modifiche. Maometto, uno dei dannati presenti nella I Cantica, viene infatti rimosso dall'Inferno dantesco per rispettare gli islamici e non andare contro le minoranze religiose.

LEGGI L'ARTICOLO

Due piedi nella fossa

Articolo scritto il 14/04/2021

Il rapper americano Lil Nas X ha donato la sua immagine per promuovere e vendere scarpe Nike modificate in una versione da satanista al passo coi tempi… 

LEGGI L'ARTICOLO

Affittasi corpi per rivoluzioni comodiste

Articolo scritto il 19/03/2021

Quando la sofferenza nel corpo e nella mente non basta, ci pensa il Festival di Sanremo a calpestare anche le anime e le emozioni degli italiani, mascherando prevaricazioni e persecuzioni in necessario progresso.

LEGGI L'ARTICOLO

Gender: censurati nomi di giocattoli che violano il politically correct

Articolo scritto il 12/03/2021

Da decenni, il mondo dei cartoni animati accompagna milioni di bambini durante la loro infanzia. Senza alcun condizionamento, pregiudizio, deviazione, forzatura, è sempre stato meraviglioso vedere come alcuni cartoni siano sempre riusciti a far sognare tantissimi bambini, permettendogli di immedesimarsi nelle avventure dei protagonisti dei loro cartoni preferiti e dare libero sfogo alla propria immaginazione. Anche il mondo fantastico dei cartoni animati, però, sta incontrando i primi ostacoli, posti dal politically correct, in tema "gender".

LEGGI L'ARTICOLO

Astana (Kazakistan): la capitale esoterica del 21° secolo

Articolo scritto il 09/03/2021

Astana, capitale del Kazakistan, rinominata come “Nur-Sultan”, presenta al suo interno numerosi edifici, la cui architettura e geometria ricorda il simbolismo esoterico-satanico

LEGGI L'ARTICOLO

Cina, la potenza mondiale che si erge come nuovo modello. Cosa comporta per il resto del mondo?

Articolo scritto il 05/03/2021

Tra gli obiettivi del Nuovo Ordine Mondiale c’è quello di creare un'unica mentalità e quella cinese sembra essere perfetta.

LEGGI L'ARTICOLO

“Jesus loves me”? Messaggio da censurare, bambina punita negli USA

Articolo scritto il 23/02/2021

Uno dei temi di questa settimana è un argomento molto delicato, già trattato nelle precedenti puntate di Missione Paradiso Live, che ha visto e continua a vedere protagonisti, e vittime, persone ordinarie, esponenti di associazioni religiose, ospiti di programmi TV ed esponenti politici, tra i quali capi di Stato: la censura.

LEGGI L'ARTICOLO

Dalla moda alla formazione d’identità: Céline Dion e la sua linea di abbigliamento genderless

Articolo scritto il 11/02/2021

Nel 2018 la famosa cantante Céline Dion si è fatta promotrice di una nuova moda per bambini, entrando in collaborazione con il brand NUNUNU. La sua missione è quella di non condizionare i bambini sin dalla nascita con i classici completini rosa per le femminucce e azzurro per i maschietti, ma di lasciare che loro scelgano cosa vogliono essere, definendo questo un atto d’amore. Ma lo è davvero? È la cosa migliore che possiamo fare per i nostri figli?

LEGGI L'ARTICOLO

Email:info@missioneparadiso.it - Tel: +39 095 883 2064

© 2012 - 2021 Missione Paradiso

Questo sito fa utilizzo di cookie. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.